Dove Francesco diventa ancora più americano improvvisandosi baywatch: Fort De Soto State Park (Florida)

6/2/2013
Le spiagge e le lagune sono davvero da sogno.

Incontriamo dei canadesi del Quebec che parlano un ottimo francese privo di inflessioni che a noi sembra quello del Midi e quindi capiamo benissimo (ma non ditelo ai francesi!). Pensiamo al prof. De Gioia, grande estimatore dei Québécois e docente di nostra figlia. Che ci fanno i canadesi in Florida? E’ presto detto: Quebec – 20 °C / Florida + 30 °C! Per non smentirsi, in spiaggia giocano alla petanque.

Il Tony del campground tenta di ripararci il frigo che non ha mai funzionato a dovere. Soprannominiamo Tony tutti gli aiutanti che incontriamo in omaggio all’amico Antonio – meccanico, elettricista, idraulico e tuttofare eccezionale – di cui sentiamo sempre la mancanza quando siamo in giro in camper con qualche problema e negli Stati Uniti più che mai.

Poi per salvare una bambina che sta annegando in una laguna torbida, mentre i due genitori se ne stanno tranquillamente spaparanzati al sole, mi getto in acqua come sono vestito e con tutti i documenti addosso. Per ringraziamento non ricevo neanche un grugnito, in compenso dobbiamo finire la passeggiata e tornare in campeggio per lavarmi e cambiarmi e asciugare documenti e soldi. Il bagno imprevisto nel Golfo del Messico sarà probabilmente l’unico del viaggio.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi