Dove finiscono gli USA: Key West – Marathon – Florida City

Key West Florida

Key West, Florida: andando dritti, mancano solo 3.700 km al Canada!

15/2/2013

Oggi è la prima giornata brutta di pioggia e vento.

Dal campground “Curry Hammock S.P.” andiamo a Key West: la cittadina che ti immagini in capo al mondo, piena di paccotiglie per i turisti, ma anche di vita.
Facciamo foto di rito nel punto più a sud degli USA e al 1° miglio della Highway 1, che dopo 3.700 miglia arriva in Canada. In questa stagione però è meglio restare in Florida, come d’altronde fanno molti canadesi pensionati, gli “Snow Birds.”

Riattraversiamo di corsa le Keys e dispiaciuti per la giornata non proprio smagliante arriviamo al “Southern Comfort RV Resort” di Florida City, non lontano da Miami.

Ora le prime notazioni sul viaggio:

– Traffico: per noi europei in generale e per gli italiani in particolare guidare sulle Interstates (le autostrade che collegano tutti gli USA da nord a sud con numeri dispari e da est a ovest con numeri pari) o sulle Highways è una bazzecola: il traffico è scarso, le strade larghe, lunghe e dritte da far venir voglia di correre all’impazzata. I limiti di velocità sono piuttosto severi e fatti rispettare, ma non tali da dover procedere a passo di lumaca, come molti che negli Stati Uniti non sono mai stati, ma tutto sanno, ci avevano accuratamente spiegato. Il nostro “Four Winds Majestic” d’altronde è assai robusto, ma nulla a che vedere con la Ferrari.

Quando ti avvicini alle grandi città, come Miami per esempio, il traffico diventa invece infernale per quanto le strade diventino quasi sempre a 4, 6, 8 e anche più corsie. Si può poi superare anche a destra e questo ti fa venire gli stranguglioni. Se ti tieni ben stretto a destra, hai problemi di 2 tipi: talora l’uscita dell’autostrada è a sinistra e te lo segnalano al momento, oppure sulla corsia più a destra compare la scritta ONLY e per il navigatore analogico son dolori: è costretto ad uscire o a tagliare la strada agli altri. Quando dietro di te c’è un mastodontico truck ti vengono i capelli bianchi. Per fortuna non è il mio caso: sono tutti bianchi da decenni.

– Pompe di benzina: a grandi distanze le une dalle altre, ma quando le trovi sono centri enormi. Vendono di tutto e di più, soprattutto per quel che abbiamo visto finora, quantità industriali di cibo spazzatura e bevande orripilanti.

Occorre sempre partire con il pieno; gasolio e benzina sono venduti a galloni (circa 3,5 litri), costano circa metà che in Italia, ma il buon Majestic è un ubriacone incallito: beve a più non posso. Se riusciremo a compiere il tour che abbiamo in mente, la spesa per il carburante sarà fra le più salate.

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi