Dove facciamo il nostro primo bucato american style: Kissimmee

28/1/2013

Inizia la nostra prima settimana intera negli Stati Uniti ma non inizia ancora il viaggio, perché il camper americano non sarà nostro finché non arriverà il bonifico dall’Italia, quindi dobbiamo prolungare il noleggio di quello preso a Miami. Altro che coast to coast: se continua così non riusciamo neanche ad arrivare all’altra costa della penisola della Florida!

Le questioni da risolvere, nonostante tutto quello che ha già fatto Francesca dall’Italia, sono ancora tante: l’assicurazione del camper, l’indirizzo americano a cui dovremo fare capo per tutto il viaggio, altri acquisti utili per i prossimi 9 mesi in camper…

Intanto continuo a studiare l’atlante stradale e le guide turistiche che mi sono portato dall’Italia: il tour degli USA non sarà davvero cosa facile, soprattutto nei posti molto turistici come la Florida.

Comunque, in attesa di iniziarlo sul serio, continuiamo la nostra esplorazione del mondo dei campeggi, dei camper e degli usi e costumi americani a cui dovremo abituarci.

Finalmente riesco a trovare dei pantaloni corti che posso portare anche se sono sempre di una taglia da ragazzo e quando esco dal camerino ricevo un applauso da tutte le commesse!

Tornati al camper è il momento di fare un po’ di bucato, o laundry. Non abbiamo messo in valigia vestiti chissà quanto delicati, ma capiamo subito che quel poco che abbiamo lo faremo portare a casa a Francesca appena arriva. In lavanderia non ci sono lavelli per il bucato a mano, le lavatrici hanno solo 3 programmi e praticamente bisogna mettere tutto nell’asciugatrice, anche perché in molti posti è vietato stendere i panni all’aperto.

Di vestirci eleganti avremo tempo fra 9 mesi.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Cosa ne pensi? Siamo curiosi di conoscere la tua opinione!