Privacy Policy

Spesso le informative non sono molto comprensibili. Se questa sarà chiara, è merito anche di Alessandra Farabegoli, che ha scritto la migliore che ho trovato in rete e mi ha permesso di ispirarmi al suo lavoro.
Cominciamo!

1. Cookies

I cookies sono informazioni che i siti registrano sulla memoria del dispositivo che usi per navigare. Servono a vari scopi, ad es. riconoscerti quando torni sul sito.

Cosa uso su questo sito:
– Jetpack, un plugin di WordPress che gestisce l’iscrizione ai commenti di un post, ti riconosce se sei un utente registrato di WordPress e stai navigando “loggato”; Akismet, un servizio di WordPress che argina lo spam. Qui puoi leggere la privacy policy di Automattic, l’azienda che produce WordPress.

– I pulsanti di condivisione sui social networks. Se stai navigando dopo esserti collegato ai tuoi account, tutte queste piattaforme usano i propri cookies per riconoscerti. Io non posso sapere come usano i tuoi dati: devi leggere le loro privacy policy che ti riporto qui sotto.
Twitter
Facebook
Google (per GooglePlus e YouTube)

– Google Analytics, che mi serve per avere, in forma anonimizzata, le statistiche d’uso del sito.

Per gestire i cookies puoi impostare le preferenze di privacy nel tuo browser o usare il servizio Your Online Choices, che ti mostra quali cookies installano i vari siti e come puoi disattivarli.

2. Uso del modulo contatti e dei dati inseriti in commenti o contatti

Se mi scrivi dalla pagina Contattaci o se lasci un commento ai miei post, io uso i tuoi dati per risponderti. I dati restano memorizzati nel mio archivio di posta elettronica, sul blog se si tratta di commenti e nei miei backup.
Sono io la titolare e responsabile del trattamento dei dati, che non cedo a nessun altro a meno che tu non mi autorizzi a farlo.

3. Navigazione nel sito

Anch’io, come gli altri proprietari di siti, sono curiosa di sapere quante persone leggono il mio sito, da dove provengono i lettori ecc.

Per avere questi dati uso Google Analytics. L’ho impostato in modo che il tuo indirizzo IP venga anonimizzato, attraverso l’azzeramento dell’ultima parte dell’indirizzo stesso.

Le informazioni generate dal cookie di Google Analytics sull’utilizzo del sito web da parte tua (compresa la prima parte del tuo indirizzo IP) sono trasmesse a Google e depositate presso i suoi server negli Stati Uniti. Google usa queste informazioni per tracciare e esaminare l’uso del sito da parte dei visitatori, e fornire questi dati, in forma aggregata e mai collegati alla tua identità, attraverso i report di Analytics e altri servizi informativi.
Google potrebbe trasferire queste informazioni a terzi nel caso in cui questo sia imposto dalla legge o nel caso in cui si tratti di soggetti che trattano queste informazioni per suo conto.
L’informativa su privacy e uso dei dati di Google Analytics è qui.

Io uso i dati di Analytics per capire meglio cosa ti interessa o no e migliorare così i contenuti di questo blog.

Se non vuoi essere “tracciato”, nemmeno in forma anonima, da questo o da altri siti che usano Google Analytics (ce ne sono milioni online…), puoi scaricare qui il componente aggiuntivo gratuito per disattivare l’invio dei dati di navigazione a Google Analytics.

Grazie per l’attenzione e buona lettura!

I commenti sono chiusi