Dove il compleanno di Francesco è made in USA: San Antonio (Texas)

rievocazione storica a Fort Alamo Texas

rievocazione storica a Fort Alamo

Mai avrei pensato di compiere gli anni in Texas e 68 per di più.
Com’è cambiato il mondo! Penso a tutti quelli di casa mia, a tutti i loro sacrifici, a come sono stato fortunato con la salute e con il lavoro negli anni migliori per l’Italia. Mai e poi mai avrei pensato di poter fare un viaggio simile.
Penso poi a Silvana che mi ha sempre sostenuto e sopportato, a Francesca e all’Italia che mi sembra diventata una gabbia di matti.
Al ritorno spero che la nostra situazione migliore sia un po’ migliore.

Visita di San Antonio: missioni francescane, Fort Alamo immortalata in decine di film, chiesa cattolica tedesca, cattedrale, mercado mexicano.

Tutte cose interessanti e alcune straordinarie (come la river walk), ma immerse in un contesto urbano disordinato. Ad esempio la chiesa di Fort Alamo è schiacciata dai grattacieli.
Assistiamo anche alla rievocazione storica dell’assalto a Fort Alamo da parte delle truppe messicane guidate dal Generale Santa Ana.

Siamo immersi tra i latinos, che però non vogliono essere chiamati così. I latinos, dice uno slogan, sono gli anglo-europeans venuti dall’Italia.
Gli hispanicos sono gli anglo-spanish venuti dalla Spagna.
Loro sono fieri di essere mexicanos e basta.
Paese che vai, cose che impari.

Silvana per il mio compleanno mi regala un cappello alla texana.
In serata partecipiamo in campeggio ad una festicciola che consiste nel cuocere un mezzo manzo ai ferri, tanto per cambiare.

Quando vengono a sapere che siamo italiani e che è il mio birthday, mi festeggiano alla grande.Anzitutto Silvana è invitata ad un ballo country dal più bello della coà. Numerosi discendenti di italiani vengono a parlarci e raccontarci le storie dei loro trisavoli.

Una splendida giornata per i miei 68.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi