Dove la leggenda del West ci accoglie: San Felipe – San Antonio (Texas)

San Antonio -  Texas

San Antonio, la passeggiata in riva al fiume

8/3/2013

Oggi è il compleanno dell’amico e quasi gemello Nico, che non si aspettava di ricevere una telefonata di auguri dal Texas.

Giornata stranamente piovigginosa, in cui ci capita un po’ di tutto.

Prima facciamo una lunga tirata autostradale lungo la per noi già mitica I-10, che attraversa il sud degli Stati Uniti da Jacksonville in Florida a Santa Monica in California e che stiamo percorrendo dall’inizio alla fine con lunghe deviazioni.

Poi, mentre facciamo rifornimento, salta l’impianto elettrico del benzinaio e si blocca tutto.
In Europa basterebbe andare alla stazione successiva, ma qui quella successiva è a 300 km, quindi dobbiamo aspettare che riparta l’elettricità per fare il pieno qui.
Speriamo che non abbiano prelevato 2 volte i 50 dollari dalla carta.

Arrivati in campeggio, vediamo il camper perdere vistosamente acqua: corsa dal meccanico che ritiene si tratti del solito problema di condensa. D’ora in poi non ci penseremo più.

Dulcis in fundo, il frigo fa il matto, poi riparte. Non è la prima volta, come sapete, che ci crea problemi.

Insomma, in serata siamo cotti. Ci fermiamo al Travelers World RV Resort: caro, ma vicino al centro di S. Antonio e raggiungibile con il bus 42.
Alla reception del campeggio vediamo per la prima volta la cartina del mondo con l’America al centro, l’Europa a est e l’Asia a ovest. Fa uno strano effetto, soprattutto vedendo le dimensioni dei continenti: l’Europa è piccola, l’Italia è un microbo.
I proprietari del campeggio hanno messo una puntina per ogni paese e città del mondo da cui qualcuno è arrivato in camper a San Antonio. Dall’Italia sono arrivati solo in 2, da Milano e Roma. Da oggi c’è la puntina anche su Venice, per la gioia dei gestori. Ci sentiamo tanto fighi!
Per farci capire che siamo in Texas, campeggiano nell’atrio anche 3 icone del film western: John Wayne, Charles Bronson e Clint Eastwood.

Il paesaggio reale è però una monotona pianura leggermente ondulata, con un’enorme quantità di terreno lasciato incolto (un vero spreco, che solo l’America può permettersi) e qualche gruppo di vacche al pascolo.
La leggenda del West è definitivamente scomparsa, travolta da centinaia di markts che vendono di tutto, in quantità incredibili.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi