Dove prendiamo la prima fregatura americana: Thonotosassa – Tampa (Florida)

il centro di Tampa

il centro di Tampa

4/2/2013

Alle 9.30 arriviamo all’ufficio per il prolungamento del permesso di soggiorno. Dopo una mattinata da pazzi fra carte, timbri, bolli e fotocopie sembra che sia tutto a posto e che ci siano speranze che fra qualche mese otterremo il prolungamento. Quando arriverá a Tampa, ci avviseranno per telefono e poi ce lo spediranno all’indirizzo di un campeggio che indicheremo.

E cosí arriva la prima fregatura del viaggio. Il funzionario ci presenta un conto ben salato e alla nostra meraviglia ci comunica che non é un dipendente pubblico, ma un professionista che assiste i clienti nel disbrigo delle pratiche. Era un po’ difficile capirlo dato che il suo studio professionale si trova in un edificio con la scritta “Ufficio federale per l’immigrazione”, all’esatto indirizzo che ci avevano dato a Miami.
Prendere o lasciare, ci dice cortesemente, e noi estenuati dalle prime 2 settimane di viaggio decidiamo di pagare e smettere di tribolare con la burocrazia americana. Intanto Francesca, che riceve via SMS gli avvisi di utilizzo della carta di credito, ci telefona immediatamente convinta che siamo stati rapinati!

Nel pomeriggio andiamo in campeggio a Tampa sud, in Nebraska Boulevard, e poi iniziamo la nostra prima visita ad una cittá americana: una selva di grattacieli delle solite banche e una sterminata periferia che é poco piú di una favela. Prendiamo il bus n. 2 direzione downtown: alla fermata incontriamo una signora che é la fotocopia di Sofia, la protagonista piú anziana di Cuori senza etá; sul bus siamo i soli bianchi di origine europea e veniamo presi per inglesi o svedesi.
Al ritorno, in attesa che arrivi alla stazione il nostro bus che é guasto, incontriamo il primo predicatore munito di microfono. Infastidisce tutti per ore, ma in realtá a parte noi nessuno sembra infastidito e tutti proseguono indifferenti.

In serata muore il frigo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi